Istituto Comprensivo Enrico Mestica di Cingoli (MC) - Classe 2B

«Più verde e attività sportive»

Sono alcuni obiettivi del neo consiglio comunale dei ragazzi: «Puntiamo anche a ricreazioni più lunghe»

Andiamo alla scoperta del Consiglio comunale dei ragazzi. La Scuola secondaria di primo grado ha eletto 12 rappresentanti (gli altri sono della Primaria). Di seguito ve li presentiamo uno per uno.

Vanessa David, 12 anni, abita a Villa Strada, fa pattinaggio e ama leggere. È stata la più votata, quindi è lei a indossare la fascia tricolore. «Mi sono candidata assieme ad alcuni amici, ma –dice – non credevo di diventare sindaco. Darò il massimo per concretizzare gli obiettivi che ci siamo prefissati per migliorare la scuola e il nostro paese». Vanessa frequenta la 2ªC; da grande vuole fare l’avvocato.

Mattia Mascioni, 12 anni, pure lui in 2ªC, vive a Cervidone, ama lo sport, soprattutto pallanuoto e nuoto; si allena anche in palestra. Fra i suoi hobby ci sono i computer, mentre il sogno nel cassetto è diventare medico.

«Sono contento di essere stato eletto e di avere l’incarico di vicesindaco, spero di portarlo a termine nel miglior modo possibile».

Giorgia Nocelli, 11 anni, della 1ªE, abita a Villa Strada, ama la pallavolo. Il suo hobby sono i videogiochi e ha un grande interesse per la tecnologia. Da grande spera di fare la professoressa di inglese. «Sono felice – dichiara – di far parte del Consiglio, mi impegnerò per migliorare l’ambiente e per favorire attività extrascolastiche».

Diego Donatacci, 12 anni, della 1ªE, vive a Santo Stefano; al rugby ha preferito la moto e gli amici. Vorrebbe diventare un astronauta per ammirare il mondo dall’alto. «Tra le mie idee – spiega – ci sono quelle di migliorare la scuola con computer, attrezzature per la palestra, una ricreazione più lunga, lezioni all’aperto, uscite scolastiche e interrogazioni programmate».

Giovanni Bianchi, 12 anni, frequenta la 1ªA, abita a San Vittore, ama giocare a calcio e nuotare in piscina. Il sogno nel cassetto è diventare un giocatore di calcio professionista. «Questo incarico – afferma – mi intimorisce un po’ per le responsabilità che comporta, però credo che sia un’occasione unica per avvicinarsi al mondo della politica».

Dario Vignati, 11 anni, è in 1ª D, vive in località Marcucci, pratica nuoto, suona il piano e il flauto. Vorrebbe diventare un cantante ed esibirsi a Sanremo.

«Perché mi sono candidato? Era un mio desiderio, fin da piccolo, impegnarmi in politica e ora ne ho l’opportunità».

Priscilla Barigelli, 11 anni, della 1ªE; è di Villa Strada, ha fatto danza e nuoto. Ora suona la chitarra e ama disegnare. Il sogno nel cassetto? «Fare la psicologa perché mi piacerebbe capire la mentalità della persone», risponde, poi aggiunge: «Per Cingoli vorrei più spazi verdi e animati».

Tommaso Beccacece, 12 anni, è in 1ªE, vive anche lui a Villa Strada; in passato ha fatto equitazione e nuoto; ama molto gli animali. «Cercherò nel mio piccolo di contribuire al miglioramento della città – dice –, mi sono candidato per questo».

Raffaele Moschettani, 12 anni, classe 2ªA, è di San Vittore, pratica il calcio e gioca nella squadra San Francesco. Si diverte pure con i videogiochi. Da grande vorrebbe fare il calciatore professionista. «Il mio primo pensiero – racconta – va agli impianti sportivi».

Veronica Lucertoni, 12 anni, frequenta la 1ªC, abita a Cingoli, pratica ginnastica artistica, ama uscire con le amiche e il suo so-gno nel cassetto è quello di andare all’università per laurearsi.

«Il mio impegno parte dallo sport – rimarca – per organizzare tornei e attività extrascolastiche».

Vittoria Vena, 11 anni, della 1ªC, vive a Cingoli, pratica il nuoto e da grande vorrebbe diventare un medico veterinario. «A scuola ci piacerebbe avere una ricreazione più lunga – sostiene – mentre in città vorrei vedere ri-cariche per auto elettriche. Sono contenta di far parte del Ccr».

Zakaria El Baz, 11 anni, frequenta la 1ªD, abita a San Giuseppe, ama la musica e la bici. Sogna di essere un pilota, ma gli piacerebbe anche guidare… un’industria. «Il mio obiettivo è migliorare la nostra città – spiega – sfruttando le sue bellezze culturali e artistiche».

Votazioni CHIUSE
Voti: 0

Pagina in concorso